Passa al contenuto principale
Documentazione indipendente dalla piattaforma
La presente documentazione è relativa ai sistemi operativi Windows e macOS.
Guida online
Sono disponibili diverse modalità per accedere alla guida online. La documentazione è disponibile online sul portale steinberg.help. La maggior parte del materiale qui disponibile può anche essere scaricata in formato PDF.
Convenzioni
Nella documentazione fornita si fa ampio utilizzo di elementi tipografici e mark-up per strutturare al meglio e rendere più accessibili le informazioni.
Comandi da tastiera
Molti dei comandi da tastiera (chiamati spesso anche scorciatoie da tastiera) predefiniti, fanno uso dei cosiddetti tasti modificatori, alcuni dei quali differiscono a seconda del sistema operativo utilizzato.
Prima di iniziare a lavorare, è necessario definire alcune impostazioni.
Collegamento delle apparecchiature
La configurazione del proprio sistema dipende da molti fattori diversi: ad esempio dal tipo di progetto che si desidera creare, dalle apparecchiature esterne utilizzate o dall’hardware installato nel computer.
Schede audio e riproduzione in background
Quando si attiva la riproduzione o la registrazione in WaveLab LE, la altre applicazioni non possono accedere alla scheda audio. Allo stesso modo, se un’altra applicazione utilizza la scheda audio, non è possibile eseguire la riproduzione con WaveLab LE.
Latenza
La latenza è il tempo che trascorre tra il momento in cui l’audio viene inviato dal programma e il momento in cui esso viene realmente percepito dall’ascoltatore. Se lavorare con una latenza molto bassa può essere di fondamentale importanza in un’applicazione DAW che opera in tempo reale come Nuendo o Cubase di Steinberg, la stessa cosa non è sempre valida per WaveLab LE.
ASIO-Guard
La funzione ASIO-Guard consente di pre-processare tutti i canali, oltre ai plug-in VST. Il suo utilizzo permette di ridurre le interruzioni del flusso audio e di processare un numero di tracce o di plug-in maggiore.
Definizione delle connessioni audio
Per poter riprodurre e registrare un file audio in WaveLab LE, è necessario specificare in che modo i canali di ingresso e uscita in WaveLab LE sono connessi alla scheda audio e quale dispositivo si intende utilizzare per la riproduzione e la registrazione audio.
Dispositivi di controllo remoto
È possibile utilizzare degli appositi dispositivi Steinberg per controllare da remoto WaveLab LE.
Questo capitolo descrive le lingue guida generali per l’utilizzo di WaveLab LE. La conoscenza di queste procedure consente di lavorare in modo più efficiente con il programma.
Regole generali delle operazioni di editing
Le operazioni comuni di editing si applicano a tutti i prodotti Steinberg.
Finestra di dialogo Avvio
Al lancio di WaveLab LE, si apre la finestra di dialogo Avvio, nella quale è possibile selezionare il file da aprire.
Gestione di base delle finestre
WaveLab LE segue le linee guida per l’interfaccia di Windows/macOS. Questo significa che vengono applicate le procedure standard di Windows/macOS.
Selezione audio
Quasi tutti i tipi di operazioni di editing e di processamento eseguiti in WaveLab LE hanno effetto su una selezione audio. Ci sono numerosi modi per effettuare una selezione audio.
Cursori
In diverse posizioni di WaveLab LE sono disponibili dei controlli a cursore per la modifica dei parametri. Per modificare il valore di un cursore, è possibile procedere in diversi modi.
Rinomina degli elementi delle tabelle
È possibile rinominare gli elementi contenuti nelle tabelle nelle finestre Marker e Clip.
File di picco
Un file di picco (estensione .gpk) viene creato automaticamente da WaveLab LE ogni volta che un file audio viene modificato o aperto in WaveLab LE per la prima volta. Il file di picco contiene informazioni sulla forma d’onda e determina in che modo questa viene disegnata nella finestra della forma d’onda o in quella di montaggio.
Precisione del processamento
WaveLab LE è in grado di caricare i campioni audio in diversi formati, ma il processamento interno avviene sempre a 64 bit in virgola mobile.
Reinizializzazione delle risposte predefinite
In WaveLab LE, è possibile impostare alcune finestre di dialogo e messaggi di avviso su Non visualizzare più. Se si desidera visualizzare nuovamente questi elementi, è necessario reinizializzare le risposte predefinite.
La finestra Area lavoro fornisce un ambiente di editing e di riproduzione per ciascun particolare tipo di file audio. Ogni ambiente contiene delle funzioni specifiche per l’utilizzo e lo scopo di ciascun tipo di file.
Editor audio
L’Editor audio offre una serie di strumenti di utility e di funzioni per l’esecuzione di operazioni di editing dell’audio con precisione al singolo campione.
Montaggio audio
Nella finestra Montaggio audio è possibile assemblare le clip audio in un montaggio. È possibile disporre, modificare e riprodurre delle clip sia nelle tracce stereo sia in quelle mono.
Editor dei feed RSS
Nell’Editor dei feed RSS è possibile assemblare, definire e pubblicare il proprio feed RSS su internet.
Scheda File
La scheda File rappresenta il centro di controllo di WaveLab LE. In questa scheda è possibile salvare, aprire, renderizzare, importare ed esportare i file. Vengono qui inoltre fornite informazioni dettagliate sui propri file ed è possibile configurare le preferenze di WaveLab LE.
Scheda Info
La scheda Info offre una serie di informazioni sul file attivo e consente di modificare le proprietà audio dei file audio e dei montaggi audio.
Finestre degli strumenti
In WaveLab LE sono disponibili diverse finestre degli strumenti di utility che consentono di visualizzare, analizzare e modificare il file attivo.
Finestre scorrevoli
Le finestre scorrevoli sono nascoste nella cornice della finestra Area lavoro. Quando si porta il puntatore del mouse sul nome della finestra, questa scorre divenendo visibile. La finestra viene nuovamente nascosta quando si fa clic in un qualsiasi altro punto.
Ancoraggio e disancoraggio delle finestre degli strumenti di utility
Le finestre degli strumenti di utility possono essere utilizzate come finestre ancorate, fluttuanti o scorrevoli. È possibile muovere liberamente le finestre e ancorarle in diverse posizioni.
Barra dei comandi
La barra dei comandi della finestra dei file consente di creare, aprire e salvare i file, oltre che di annullare/ripetere le modifiche effettuate. È inoltre possibile utilizzare il campo di testo per trovare rapidamente i file aperti e accedervi, oltre che per attivare le parole chiave.
Barra di stato
La barra di stato, situata nella parte inferiore della schermata dell’Editor audio e della finestra Montaggio audio consente di visualizzare una serie di informazioni relative alla finestra attiva utilizzando le unità specificate nei righelli.
Menu contestuali
In WaveLab LE sono disponibili diversi menu contestuali. Questi menu raggruppano i comandi e/o le opzioni specifici della finestra attiva.
Righello del tempo e Righello del livello
Nell’Editor audio, è possibile visualizzare un righello del tempo e un righello del livello all’interno della finestra della forma d’onda. Nella finestra Montaggio audio, è possibile visualizzare un righello del tempo nella finestra di montaggio.
Gestione delle schede
Una scheda rappresenta il contenitore di un file in WaveLab LE. È possibile aprire numerose schede, ma ne risulta attiva soltanto una alla volta. Il menu contestuale Schede offre una serie di opzioni relative alle schede.
Attivazione della modalità a schermo intero
È possibile utilizzare WaveLab LE in modalità a schermo intero.
Reinizializzazione del layout predefinito di un'area lavoro
In WaveLab LE, i file possono essere gestiti in vari modi. Ad esempio, è possibile rinominare i file direttamente in WaveLab LE, oppure salvarli con modalità differenti.
Apertura dei file
É possibile aprire uno o più file contemporaneamente.
Chiusura dei file
È possibile chiudere i file mediante la chiusura della relativa scheda. Possono essere chiusi singoli file, file multipli o tutti i file tranne quello selezionato.
Salvataggio dei file
È possibile salvare i file con lo stesso nome e posizione esistenti, oppure specificare un nome, una posizione e un formato file nuovi in fase di salvataggio.
Eliminazione di file
È possibile eliminare il file attivo direttamente da WaveLab LE.
Rinomina dei file
È possibile rinominare un file e aggiornare automaticamente tutti i relativi riferimenti. Ad esempio, se si rinomina un file audio chiamato India in Sitar, tutti i file aperti che fanno riferimento al file India vengono aggiornati in modo da fare riferimento al file Sitar.
Browser dei file
La finestra Browser dei file consente di navigare tra i file direttamente da WaveLab LE. La modalità Riproduzione automatica è utile per velocizzare il processo di anteprima dei file audio.
Passaggio da un file all’altro
È possibile tenere aperti più file e passare dall’uno all’altro.
File utilizzati di recente
Tutti i file utilizzati di recente in WaveLab LE sono salvati in un elenco. In questo modo l’accesso ai progetti recenti è più rapido.
File temporanei
WaveLab LE crea dei file temporanei per salvare i risultati intermedi del processamento dei file audio e per le funzioni di annullamento/ripetizione. È possibile specificare la posizione in cui WaveLab LE salva i propri file temporanei e definire la precisione del processamento dei file temporanei stessi.
Annullamento e ripetizione
È possibile annullare e ripetere un numero qualsiasi di operazioni desiderate, anche dopo il salvataggio del file. L’unica limitazione è data dallo spazio su disco disponibile.
Modifica dei valori
In diversi punti del programma, i valori numerici possono essere modificati tramite una combinazione di campi di testo e potenziometri.
Operazioni di trascinamento
In WaveLab LE molte operazioni possono essere eseguite tramite trascinamento e rilascio; alcune di queste operazioni possono peraltro essere eseguite esclusivamente in questo modo. Nella documentazione, queste vengono denominate operazioni di trascinamento.
Operazioni di zoom nella finestra Area lavoro
È possibile regolare lo zoom nella finestra Area lavoro utilizzando le tecniche di zoom standard.
Preset
È possibile creare dei preset per salvare delle impostazioni di comune utilizzo. WaveLab LE fornisce una selezione di preset di fabbrica che possono essere utilizzati dalla maggior parte delle finestre di dialogo.
Confronto tra cartelle di lavoro e cartelle di documenti
WaveLab LE consente di distinguere due tipi di cartelle: cartelle di lavoro e cartelle di documenti.
Copia di informazioni audio negli appunti
È possibile copiare le informazioni relative al nome e alla posizione del file audio selezionato, compresa qualsiasi posizione del cursore e informazione di selezione. Questa informazione può essere incollata in un’applicazione di testo esterna.
Impostazione del focus sul file corrente
Se si stanno eseguendo delle modifiche all’interno di una finestra fluttuante o di una finestra degli strumenti di utility e si desidera riportare il focus su una finestra di montaggio/della forma d’onda, è possibile utilizzare l’opzione Imposta il focus sul file corrente.
Questo capitolo descrive i metodi per controllare le funzioni di riproduzione e di trasporto.
Barra di trasporto
Con la barra dei comandi è possibile controllare la riproduzione di un file audio o montaggio audio, navigare tra diverse posizioni in un file audio o montaggio audio e aprire la finestra di dialogo Registrazione.
Avvio della riproduzione dal righello del tempo
È possibile utilizzare il righello del tempo per saltare a una determinata posizione e avviare da quel punto la riproduzione.
Riproduzione dei canali audio focalizzati
Nel corso della riproduzione, è possibile alternare la riproduzione dei cluster di canali sinistro/destro, centrale/laterale dei file audio multicanale, o di entrambi i canali audio.
Scrubbing della riproduzione
Lo scrubbing della riproduzione consente di trovare una posizione specifica in un file audio, riavviando la riproduzione ripetutamente ogni volta che si fa clic e si trascina il cursore sul righello del tempo durante la riproduzione o quando si utilizza lo strumento Riproduci.
Scorrimento durante la riproduzione
È possibile specificare il tipo di scorrimento della visualizzazione in modalità Riproduci.
Riproduzione nella finestra Montaggio audio
La riproduzione nella finestra Montaggio audio avviene esattamente come nell’Editor audio. Tuttavia è necessario considerare alcuni aspetti.
Le operazioni di modifica di file audio riguardano l’apertura, la modifica e il salvataggio dei file audio.
Finestra della forma d’onda
La finestra della forma d’onda nell’Editor audio consente di visualizzare graficamente i file audio. È qui possibile visualizzare, riprodurre e modificare singoli file audio.
Le schede dell’Editor audio
Le diverse schede disponibili nell’Editor audio offrono l’accesso a una serie di strumenti di utility e opzioni per la modifica dei file audio.
Gestione dei file nell’Editor audio
Questa sezione descrive le operazioni di modifica principali eseguibili all’interno dell’Editor audio.
Mix down – Renderizzazione dei file audio
È possibile eseguire la renderizzazione di regioni di file audio o di interi file audio verso un singolo file audio.
Modifica delle proprietà audio
È possibile modificare la frequenza di campionamento e la profondità in bit dei file audio.
Metadati
I metadati sono costituiti da attributi che descrivono i contenuti audio, ad esempio il titolo della traccia, l’autore, o la data di registrazione. A seconda del formato del file audio selezionato, questi dati variano.
Finestra di dialogo Generatore di silenzio
Questa finestra di dialogo consente di inserire del silenzio in un file audio.
WaveLab LE dispone di una funzione di analisi delle frequenze in 3D per l’analisi dell’audio.
Analisi delle frequenze in 3D
Mediante la funzione Analisi delle frequenze in 3D, è possibile visualizzare un file audio nel dominio delle frequenze.
I processi offline sono utili per molti scopi e possono essere utilizzati ad esempio nel caso in cui il computer in uso non abbia una potenza sufficiente per gestire il processamento in tempo reale o se una determinata operazione di editing richiede più di un passaggio per la sua esecuzione.
Scheda Processa
La scheda Processa fornisce l’accesso agli strumenti di processamento offline.
Applicazione del processamento
Il processamento può essere applicato a una selezione o a un file intero. Per il processamento di alcune operazioni è necessario l’intero file.
Finestra di dialogo Guadagno
In questa finestra di dialogo è possibile applicare un guadagno per modificare il livello di un file audio.
Finestra di dialogo Normalizzatore del livello
In questa finestra di dialogo, è possibile modificare il livello di picco di un file audio.
Finestra di dialogo Inviluppo
In questa finestra di dialogo, è possibile creare un inviluppo del livello da applicare a un intervallo selezionato o a un intero file audio. Questa opzione è utile, ad esempio, se si desidera uniformare parti rumorose e silenziose o creare fade-in o fade-out particolarmente sofisticati.
Dissolvenze nei file audio
Un fade-in rappresenta un incremento graduale di livello, un fade-out un decremento graduale.
Dissolvenze incrociate
Una dissolvenza incrociata è una dissolvenza graduale tra due suoni, dei quali a uno viene applicato il fade-in e all’altro il fade-out. È possibile creare automaticamente una dissolvenza incrociata quando si incolla una sezione audio in un’altra.
Inversione di fase
L’inversione della fase capovolge il segnale. Questa funzione si utilizza solitamente per riparare una registrazione stereo se uno dei canali è stato registrato non in fase con l’altro.
Inversione dell’audio
È possibile invertire un file audio o una parte di esso, come se la riproduzione avvenisse al contrario.
DC Offset
Un DC offset si verifica quando è presente una componente di corrente continua (DC) troppo elevata nel segnale. Questo accade solitamente a causa di un’incompatibilità tra tipi diversi di apparecchiature di registrazione.
Ricampionamento
È possibile modificare la frequenza di campionamento di una registrazione. Questa funzione è utile se il file che si desidera utilizzare in un sistema audio è stato registrato a una frequenza di campionamento non supportata dal sistema stesso.
Il montaggio audio rappresenta un ambiente di editing non distruttivo multitraccia che consente di organizzare, modificare, riprodurre e registrare le clip audio.
Finestra di montaggio
La finestra del montaggio rappresenta la sezione del programma in cui viene assemblato il montaggio audio. È qui possibile visualizzare, riprodurre e modificare i montaggi audio.
Schede del montaggio audio
Le diverse schede disponibili nella finestra Montaggio audio offrono l’accesso a una serie di strumenti di utility e opzioni per la modifica dei montaggi audio. Ad esempio, è possibile modificare le curve di inviluppo e le dissolvenze nelle clip, definire delle impostazioni di zoom, analizzare l’audio e renderizzare il montaggio audio.
Percorso del segnale nel montaggio audio
Il segnale audio passa attraverso le diverse sezioni di WaveLab LE in un determinato modo.
Creazione dei montaggi audio
È possibile creare dei nuovi montaggi audio vuoti dotati di proprietà personalizzate.
Duplicati dei montaggi audio
È possibile duplicare i montaggi audio in vari modi. Questa funzionalità consente di creare rapidamente dei nuovi montaggi audio utilizzando le stesse proprietà e gli stessi file audio dei montaggi audio precedentemente creati.
Proprietà del montaggio audio
Nelle Proprietà del montaggio audio è possibile definire la frequenza di campionamento del montaggio audio.
Opzioni di importazione per i montaggi audio
È possibile importare file audio e tracce CD audio nel proprio montaggio audio.
Riferimenti non validi ai file audio
Un montaggio audio è costituito da dei riferimenti a uno o più file audio. Questi riferimenti possono risultare non validi se si spostano ad esempio i file audio in un’altra posizione sull’hard disk. WaveLab LE individua i riferimenti non validi e consente di specificare delle nuove posizioni file o di sostituire il file audio mancante con un altro file audio.
Assemblaggio del montaggio audio
Il montaggio audio viene assemblato aggiungendo tracce e clip.
Modifica delle clip
Tutte le clip sono visualizzate nella finestra Clip. In questa finestra è possibile modificare e riordinare le clip, nonché trascinarle nel montaggio audio.
Gestione dei file sorgente delle clip
Nell’Editor audio è possibile modificare i file utilizzati nel montaggio audio corrente.
Inviluppi per le clip
Per le clip all’interno di un montaggio audio, è possibile creare degli inviluppi per il volume e le dissolvenze e per il panorama.
Dissolvenze e dissolvenze incrociate nei montaggi audio
Un fade-in rappresenta un incremento graduale di livello, un fade-out un decremento graduale. Una dissolvenza incrociata è una dissolvenza graduale tra due suoni, dei quali a uno viene applicato il fade-in e all’altro il fade-out.
Esecuzione del mixdown - la funzione Renderizza
La funzione Renderizza consente di eseguire il mixdown dell’intero montaggio audio o di una regione, in un singolo file audio.
Finestra Note
Questa finestra consente di inserire delle note relative alla sessione del montaggio audio corrente.
Importazione di CD audio
È possibile importare i file dei CD audio. Il CD audio importato si apre sotto forma di un montaggio audio.
È possibile registrare l’audio nell’Editor audio e nella finestra Montaggio audio.
Registrazione nell’Editor audio
Prima di avviare la registrazione, configurare la finestra di dialogo Registrazione.
Inserimento dei marker durante la registrazione
Durante la registrazione, è possibile fare clic sui pulsanti dei marker per aggiungere dei marker al file registrato.
La Sezione Master rappresenta il blocco finale nel percorso del segnale prima dell’invio dell’audio all’hardware, a un file o agli indicatori audio. Questa è la sezione in cui è possibile regolare i livelli master e aggiungere gli effetti.
Finestra Sezione Master
In questa finestra è possibile applicare i plug-in degli effetti, regolare il livello master e renderizzare il file audio o il montaggio audio.
Bypassare la Sezione Master
Per impostazione predefinita, la Sezione Master è attiva. È possibile tuttavia bypassarla in maniera individuale per ciascun file, oppure globalmente.
Renderizzazione nella Sezione Master
Se si renderizzano gli effetti utilizzando la funzione Renderizza della Sezione Master, questi diventano parte permanente di un file. In questo modo, anziché eseguire tutto il processamento in tempo reale durante la riproduzione, è possibile salvare l’output audio in un file su disco.
Preset della Sezione Master
È possibile salvare tutte le impostazioni definite nella Sezione Master sotto forma di preset e caricare i preset successivamente.
Monitoraggio delle operazioni in background
Durante la renderizzazione è possibile monitorare il processo in corso e mettere in pausa o annullare delle operazioni.
Interruzioni del flusso audio
Le interruzioni del flusso audio (dropout) si verificano, nella maggior parte dei casi, quando il computer non dispone della potenza di elaborazione sufficiente per gestire tutti i processori di effetti utilizzati.
I marker consentono di salvare e assegnare dei nomi a posizioni specifiche all’interno di un file. I marker sono utili per l’esecuzione di operazioni di modifica e per la riproduzione.
Tipi di marker
È possibile utilizzare diversi tipi di marker per raggiungere rapidamente determinate posizioni.
Finestra Marker
In questa finestra, è possibile creare, modificare e utilizzare dei marker mentre si lavora su un file audio o su un montaggio un audio.
Creazione dei marker
È possibile creare dei marker nella finestra della forma d’onda e nella finestra del montaggio in modalità arresto o durante la riproduzione. È possibile creare dei marker specifici se si sa già cosa si desidera contrassegnare, oppure creare dei marker generici.
Eliminazione dei marker
I marker possono essere eliminati nella finestra della forma d’onda o nella finestra del montaggio e nella finestra Marker.
Spostamento dei marker
È possibile regolare le posizioni dei marker nella finestra della forma d’onda e nella finestra del montaggio.
Navigazione tra i marker
È possibile passare al marker precedente o a quello successivo utilizzano i relativi pulsanti.
Nascondere i marker di un tipo specifico
Per avere una migliore vista d’insieme è possibile nascondere determinati tipi di marker.
Conversione del tipo di un singolo marker
È possibile convertire marker di un tipo in marker di un altro tipo.
Come rinominare i marker
È possibile modificare il nome dei marker.
Selezionare i marker
Sono disponibili diversi modi per selezionare i marker.
Selezione dell’audio tra i marker
È possibile selezionare l’audio tra due marker adiacenti o tra due marker qualsiasi. Questo consente di selezionare una sezione che è stata contrassegnata.
Associazione di marker a clip nel montaggio audio
Nella finestra Montaggio audio è possibile vincolare i marker alle clip. Se si esegue questa operazione, il marker rimane nella stessa posizione in relazione all’inizio/fine della clip, anche se quest’ultima viene spostata o ridimensionata nel montaggio audio.
La riproduzione in loop di un suono consente di ripetere una sezione del campione indefinitamente per creare un sustain di lunghezza illimitata. I suoni strumentali nei campionatori si basano ad esempio sulla riproduzione in loop tipica dei suoni di organo.
Creazione di loop
È possibile eseguire in loop una selezione audio e regolare il loop durante la riproduzione.
È possibile leggere tracce audio da normali CD e salvarle come copia digitale in qualsiasi formato audio sull’hard disk.
Finestra di dialogo Importa CD audio
In questa finestra di dialogo, è possibile importare uno o più tracce da un CD audio.
Importazione di tracce CD audio
È possibile importare l’audio dai CD audio all’interno dei progetti di WaveLab LE.
Il podcasting è un metodo di distribuzione dei file multimediali su internet utilizzato ad esempio per la riproduzione su dispositivi mobili e personal computer. I podcast vengono distribuiti utilizzando lo standard RSS (Rich Site Summary).
Editor dei feed RSS
L’Editor dei feed RSS è diviso in varie schede. Le sezioni Feed ed Episodi consentono di visualizzare le informazioni per il feed o per un episodio, a seconda dell’elemento selezionato nell’elenco sotto. Qui è possibile aggiungere file, collegamenti internet o informazioni di testo al feed RSS e ai relativi episodi. La sezione Principale consente di visualizzare un elenco degli elementi del feed di base e di tutti gli episodi inclusi nel feed RSS.
Creazione di un feed RSS
I nuovi feed RSS o episodi possono essere creati in vari modi.
Configurazione di un FTP per la pubblicazione di un feed RSS
Per poter caricare un feed RSS sul proprio server FTP, è necessario inserire prima i dettagli del server.
Pubblicazione dei feed RSS
È possibile caricare un feed RSS direttamente da WaveLab LE al proprio server FTP.
Verifica del completamento della pubblicazione dei feed RSS
Dopo aver creato e pubblicato un feed RSS, è possibile verificare se l’upload è stato eseguito correttamente.
Personalizzare significa configurare le impostazioni in modo da gestire il comportamento e l’aspetto del programma secondo le proprie preferenze.
Personalizzazione della finestra della forma d’onda e della finestra di montaggio
È possibile configurare la finestra della forma d’onda/di montaggio, definendo i colori di forme d’onda, sfondo, linee del cursore, ecc., nonché modificando l’aspetto del righello e altri dettagli della finestra.
Personalizzazione delle scorciatoie
In WaveLab LE è possibile controllare molte funzioni tramite le scorciatoie per velocizzare il flusso di lavoro. È possibile modificare le scorciatoie esistenti e crearne di nuove.
Organizzazione dei plug-in
WaveLab LE è fornito con numerosi plug-in. È possibile fare in modo che alcuni plug-in vengano esclusi dall’apertura in WaveLab LE. Possono inoltre essere aggiunti dei plug-in supplementari.
Touch Bar (solo macOS)
La Touch Bar in cima alla tastiera offre delle scorciatoie per le funzioni di WaveLab LE. La Touch Bar cambia automaticamente in base a dove ci si trova all’interno di WaveLab LE e offre un sotto insieme delle opzioni disponibili. La Touch Bar può essere personalizzata a seconda delle proprie necessità.
È possibile configurare WaveLab LE in base alle proprie esigenze.
Preferenze globali
Le Preferenze globali sono preferenze che si applicano in WaveLab LE in senso complessivo. Prima di iniziare a lavorare con WaveLab LE, si consiglia di modificare queste preferenze in modo da configurare il programma sulla base delle proprie esigenze.
Preferenze dei file audio
In questa finestra di dialogo è possibile definire una serie di impostazioni relative alle operazioni di editing effettuabili nell’Editor audio. Tali impostazioni hanno comunque effetto anche su altre parti di WaveLab LE. È possibile scegliere le impostazioni predefinite per la modifica e la riproduzione, regolare l’aspetto dei display delle forma d’onda e determinare il funzionamento di WaveLab LE con l’audio e i file di picco.
Preferenze dei montaggi audio
Questa finestra di dialogo consente di definire una serie di parametri generali per tutti i montaggi audio o solo per il montaggio audio attivo.