Posizioni delle note nei contesti a voci multiple

Le note vengono generalmente posizionate direttamente una sopra l’altra e alla stessa posizione orizzontale, in modo che sia immediatamente chiaro quali note vengono suonate insieme. L’allineamento orizzontale delle note può comunque essere diverso nei contesti a voci multiple.

Nelle situazioni in cui vi sono tre o più voci in un singolo rigo, alcune note devono essere posizionate leggermente spostate su un lato in una diversa colonna delle voci, per garantire che la divisione delle note tra le voci sia chiara.

Le note a incastro in voci differenti possono essere posizionate in due modi:

  1. Testa di nota a testa di nota, in cui le teste di nota possono sovrapporsi parzialmente. Questo ordine delle voci occupa spesso meno spazio orizzontale rispetto al posizionamento delle note gambo a gambo, poiché le note possono sovrapporsi.

  2. Gambo a gambo, senza possibilità di sovrapposizione tra le teste di nota. Questo ordine delle voci mantiene separate le note in voci differenti.

È possibile definire a livello del progetto come vengono posizionate le note a incastro in voci differenti nella pagina Voci del menu Scrittura > Opzioni di notazione.

Dorico Pro, per impostazione predefinita, posiziona le note con le teste di nota parzialmente sovrapposte, in modo da minimizzare lo spazio orizzontale che occupano e mantenere la chiarezza del ritmo.

L’ordine e la posizione delle note in voci differenti vengono inoltre regolate automaticamente in modo che ciascuna posizione ritmica utilizzi il minor spazio in orizzontale possibile, restando al contempo chiara e leggibile. La colonna delle voci per alcune voci cambia automaticamente con l’aggiunta di ulteriori voci, poiché Dorico Pro dà priorità alla visualizzazione delle voci separate da un intervallo di altezze più ampio a sinistra della posizione ritmica e delle voci con un intervallo di altezze più ridotto a destra, dato che questo genera il risultato più bilanciato, specialmente quando si è in presenza di più alterazioni.

Figura 1. Una voce
Figura 2. Due voci allineate verticalmente
Figura 3. Tre voci tutte allineate verticalmente
Figura 4. Quattro voci con due colonne delle voci
Figura 5. Cinque voci con due colonne delle voci